Fondata nella primavera 2001, Invemet è frutto di una joint venture tra la finanziaria italiana Investo e Techemet, uno dei principali riciclatori di catalizzatori automobilistici e industriali al mondo con sede a Pasadena, in Texas.

Techemet iniziò la propria attività nel 1968 in Sud Africa, dove gestiva una miniera di salgemma. Presto però il fondatore Vincent Ward mise a punto una serie di servizi di consulenza per l’industria mineraria sudafricana, sviluppando un know how che poi esportò negli Stati Uniti. A distanza di quarant’anni, Techemet è un’azienda gestita da soci con comuni origini sudafricane, ed è tra i leader mondiali nel recupero dei platinoidi da catalizzatori automobilistici e industriali.

Una formazione altamente specifica in ingegneria metallurgica che accomuna i soci fondatori, e la lunga esperienza maturata sul campo, hanno fatto sì che i forni utilizzati per le operazioni di fusione della ceramica siano stati sviluppati ad hoc per questa attività e siano quindi ad altissima resa.
Nel corso del tempo, Techemet ha esteso il proprio campo d’azione diventando a pieno titolo una piccola multinazionale: infatti la compartecipazione in Invemet non è l’unica per l’azienda texana.

Techemet UK è responsabile della raccolta di catalizzatori in Gran Bretagna e Irlanda, Techemet Mexico & Central America, insieme a Techemet Guatemala e Techemet Brazil e South Africa, si occupano rispettivamente delle aree geografiche di cui portano il nome.