Dal mese di settembre 2015 è entrato in funzione il nuovo impianto per il trattamento di cavi specificamente di origine automobilistica ma anche da elettronica o tradizionali.

Si tratta di un macchinario all’avanguardia costruito appositamente, in grado di macinare fino ad 8 tonnellate di cavi per ciascun turno lavorativo senza emissioni inquinanti in atmosfera e con bassi consumi energetici.

La linea di lavorazione è in grado di restituire rame di I e II scelta finemente granulato, separandolo da elementi quali alluminio, bronzo, ottone e naturalmente da tutte le materie plastiche.

L’offerta Invemet, in questo settore, può differenziarsi tra l’acquisto tradizionale alle migliori condizioni di mercato o, per quantitativi significativi, è possibile un’offerta basata sulla resa del metallo.